Il monte Conero: un habitat originale

La città di Ancona deve l’etimologia del suo nome alla parola greca “ankon” (gomito). La sua conformazione a gomito piegato che protegge il porto naturale era nota dalla stirpe greca dei Dori sin dal V secolo a.C. Il rilievo del Monte Conero, diventato parco naturale nel 1987, con tutto l’insieme dell’area che comprende il promontorio e le zone retrostanti la costa fino ai comuni di Offagna ed Osimo ha caratteristiche diverse da ogni altra zona collinare costiera adriatica per morfologia, vegetazione e collocazione. Il Conero è infatti l’unico promontorio di spicco lungo la costa adriatica fino al Gargano pugliese.

Passeggiando lungo la riviera si scopre la splendida baia di Portonovo, con le sue spiagge e le sue importanti testimonianze storiche come il Fortino Napoleonico, la Torre di Guardia e la Chiesa di Santa Maria. Proseguendo più a sud i paesi di Sirolo e Numana costituiscono una forte attrattiva turistica estiva grazie alle loro spiagge eterne.

Il paese di Candia

L’azienda è situata nel paese di Candia, nel comune di Ancona (Marche); un borgo di circa 800 persone, situato su una collina a 200 m di altitudine e distante 5 km in linea d’aria dal mare. Il paese è conosciuto oltre che per la sua vocazione alla viticoltura, anche per le feste popolari del Covo e quella della Trebbiatura che si svolgono nel mese di Agosto.

english Facebook